Kawasaki z900rs my 2021 new entry

Non c’è spazio per le imitazioni nel tuo stile di vita. Solo Kawasaki ha una storia alle
spalle che le permette di riportare ai giorni nostri i valori dei motociclisti del
passato, grazie ad una moto dall’autentico stile Modern Classic. Il vero spirito
di una leggenda degli anni ’70 – l’unica e originale Kawasaki Z1 – trova la
sua massima espressione nella nuova Z900RS.

Moto guzzi v7 850 special

A oltre cinquant’anni dal lancio del primo esemplare, Moto Guzzi è orgogliosa di presentare una nuova e importante evoluzione nella storia della V7, simbolo riconosciuto della moto italiana nel mondo. Il rinnovamento è così profondo che scompare dal naming della moto la numerazione progressiva in numeri romani che aveva caratterizzato le varie evoluzione del modello dal suo ritorno sul mercato nel 2007, rimangono intatti carattere e autenticità, valori destinati a durare nel tempo che sono nel codice genetico di ogni Moto Guzzi.

Aprilia tuono 660

Dall’unione di due mondi, quello della mitica Tuono V4 1100 e quello della nuova tecnologia della RS 660, nasce TUONO 660,
la moto che cambierà le vostre prospettive.

Tuono 660, la nuova generazione di naked versatile, divertente, facile e tremendamente bella che unisce potenza e straordinaria leggerezza per un’esperienza unica, sportiva, eccitante può essere tua al prezzo di 10.550 Euro f.c., IVA inclusa.

MOTO GUZZI V85 TT CENTENARIO

Fondata nel 1921, la Moto Guzzi festeggerà quest’anno il suo primo centenario con una serie di iniziative.

Il culmine sarà rappresentato dalle Giornate Mondiali Moto Guzzi (GMG) che sono state fissate nella sede storica di Mandello del Lario dal 9 al 12 settembre.

Nel frattempo, per un’occasione così speciale, Moto Guzzi ha annunciato che realizzerà delle serie speciali e in edizione limitata delle sue V7 Stone, V9 Bobber e V85TT.
Saranno caratterizzate da una Livrea Centenario che ha tratto origine dall’estetica di moto da corsa di Mandello, prima tra tutte la Otto Cilindri a V 500 del 1955. Un progetto nato per competere nella classe 500 del campionato del mondo prematuramente abbandonato a causa del cambiamento dei regolamenti e poi dall’uscita dalle competizioni di Moto Guzzi nel famosa patto di astensione.

La 500 V8 si presentava in un abbinamento che univa il metallo satinato del serbatoio col verde della carena e il cuoio della sella. Cromie che caratterizzarono anche la 350 Bialbero, una delle moto più vincenti della storia, imbattibile dominatrice della classe 350 nel motomondiale, con il record di nove titoli iridati consecutivi fra piloti e costruttori dal 1953 al 1957.

Il verde è stato anche il primo colore di una Moto Guzzi, la Normale, il primo modello e probabilmente il più iconico dei colori dell’Aquila.
Il Centro Stile l’ha reinterpretato in chiave moderna con una finitura opaca e associato a colori metallici che esprimono solidità e autenticità. I colori della carrozzeria sono abbinati ad una sella rivestita con un materiale di colore naturale, come quello della pelle, per sottolineare la cura del dettaglio.

Altri particolari distintivi sono l’aquila in una finitura dorata e il logo dedicato che celebra anche graficamente i 100 anni di Moto Guzzi.

Aprilia e sr1 monopattino elettrico

MONOPATTINO DA CORSA Il DNA sportivo della Casa di Noale non poteva mancare anche sul suo monopattino: l’eSR1 si distingue nell’affollato mondo della mobilità elettrica leggera grazie a un’estetica modernissima e alle grafiche, in pieno stile racing. Il monopattino è spinto da un motore brushless da 350 W, mentre la batteria – estraibile – è da 280 Wh e ha un’autonomia è di 30 km. Le celebri qualità ciclistiche delle Aprilia… più grandi, si ritrovano anche sul piccolo eSR1: grandi ruote da 10” con pneumatici tubeless anti-foratura, telaio in lega di magnesio e impianto frenante composto da doppio freno elettrico anteriore e freno a disco posteriore.

Aprilia tuono 1100 nuovo modello

Con il 2021 la Tuono V4 si rinnova nell’estetica, nella posizione di guida e nella ciclistica. In più, il motore diventa Euro 5 matendendo la stessa potenza. Si arricchisce anche la dotazione elettronica che, tra l’altro, può contare su una piattaforma inerziale a sei assi

La supersportiva RSV4 e la hypernaked Tuono V4 sono parenti, la seconda deriva strettamente dalla prima, quindi è normale che gli aggiornamenti apportati a una vengano poi trasferiti sull’altra. Così ecco che la streetfighter per eccellenza (che qui potete vedere in una maxi comparativa contro tutte le sue dirette concorrenti) per il 2021 venga rinnovata negli stessi aspetti della sorella carenata, motore, look, ergonomia e ciclistica.

Si cresce
Scritto così il rischio è quello di banalizzare il lavoro svolto dai tecnici Aprilia, che va ben oltre a un leggero rimescolamento degli elementi, dove il motore, l’esuberante V4 di 65° è l’unico a non essere stravolto, nonostante il passaggio all’Euro 5: a differenza della nuova RSV4 (clicca qui per scoprire come cambia), il propulsore mantiene la cilindrata di 1.077 cm3, così come i “numeri” (175 CV e 121 Nm). Questa evoluzione è accompagnata da un pacchetto di sistemi elettronici APRC, che ora sfrutta la più potente centralina Marelli 11MP e una nuova piattaforma inerziale a sei assi. Arriva così il controllo del freno motore regolabile, che va ad affiancare ben 6 riding mode, tre per la pista (di cui due personalizzabili) e tre per la strada (di cui uno personalizzabile), che agiscono sui parametri del Traction Control, del Wheelie Control, del freno motore, dell’ABS, del Launch Control, del limitatore di velocità e del cruise control.

Sguardo nuovo
Più profonde sono le modifiche apportate all’aspetto e al piacere di guida. Le forme della Tuono V4 1100 my 21 si ispirano a quelle della RS660 (e anche della sorellina Tuono 660, presentata da poco), spicca il gruppo ottico anteriore con faretti a triplo led, con luci DRL e sistema “bending lights” (in curva si accendono le luci interne alla piega) e la soluzione a “doppia parete” della carenatura, che permette di avere un aspetto pulito e filante senza rinunciare alle alette aerodinamiche che vengono “nascoste” proprio nell’intercapedine.

Crescono il comfort e l’efficacia di guida 
Non solo, rispetto alla precedente versione, la Tuono V4 2021 è anche più comoda e spaziosa per il pilota: serbatoio e codino hanno un nuovo disegno per una migliore ergonomia, mentre il cupolino cresce nelle dimensioni diventando più protettivo. Per il passeggero, poi, arriva una sella più ampia e pedane abbassate.
Non è stata risparmiata la ciclistica, che si aggiorna con l’introduzione di un forcellone di derivazione MotoGP, con capriata di rinforzo inferiore, studiata per avere maggiore rigore in accelerazione.

Due varianti
La Tuono V4 1100 my21 è disponibile anche nella versione “da pista” Factory riconoscibile per una dotazione di serie più ricca e specialistica come le sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0. già viste e testate sulla precedente versione

Aprilia rsv4 nuovo modello

Aprilia RSV4 2021. Nuova aerodinamica e motore maggiorato

 – Estetica ridisegnata per la super sportiva V4 di Noale. La RSV4 del 2021 è stata evoluta anche nel motore, nell’elettronica e nell’ergonomia

 Sono state diffuse oggi le prime immagini ufficiali e le informazioni relative alla nuova versione della Aprilia RSV4.

Dopo gli avvistamenti dei modelli camuffati ecco quindi come si presenta la supersportiva 1100 di Noale per la stagione 2021.
La moto ha un nuovo design che prevede le winglets integrate (come visto sulla RS660), l’evoluzione di motore ed elettronica e una nuova ergonomia.

Entrambe le versioni sono spinte dal rinnovato propulsore V4 di 1.099 cc, ma si distinguono per l’allestimento di serie che nella Factory comprende i cerchi in alluminio forgiato, il sistema di sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0 e le pinze freno Brembo Stylema

Lo stile si è ispirato alla nuova RS 660 e le forme sono state modellate in galleria del vento riducendo il coefficiente di resistenza aerodinamica, aumentando la pressione dell’aria nell’airbox e incrementando la deportanza.

Ora le ali non sono elementi aggiunti sulle fiancate, ma sono integrate nella carenatura a doppia parete, una soluzione che ottimizza la stabilità e migliora il raffreddamento del motore deviando i flussi di aria calda dal pilota.
Il gruppo ottico anteriore a triplo LED, dotato di luci DRL perimetrali, ha la firma luminosa delle Aprilia sportive e integra la funzione “bending lights”: la coppia di fari supplementari che illumina l’interno della curva quando si è in piega.

L’ergonomia è cambiata grazie serbatoio e sella nuovi (che permettono una migliorare integrazione del pilota) dando più spazio e per una posizione di guida più naturale. Cambiati anche i comandi elettrici e la nuova strumentazione TFT è più grande e completa.

La moto è dotata di nuova centralina Marelli 11MP e nuova piattaforma inerziale a sei assi che hanno migliorato la gestione elettronica con comando del gas full Ride-by-Wire e si affinano le logiche di funzionamento dell’APRC.
I controlli elettronici si completano inoltre con l’introduzione del controllo multilivello del freno motore. Sono ora presenti sei Riding Mode, tre per la pista (di cui due personalizzabili) e tre per la strada (di cui uno personalizzabile) ciascuno con logiche mirate di Traction Control, Wheelie Control, freno motore, ABS e degli altri parametri che vengono gestiti.

La ciclistica vede un nuovo forcellone più leggero e con capriata di rinforzo inferiore, ispirato a quello della Aprilia MotoGP, studiato per abbassare le masse e aumentare la stabilità del retrotreno nelle accelerazioni.

Il raffinato e generoso motore a quattro cilindri a V stretta ha ricevuto l’omologazione Euro 5, riuscendo a guadagnare più coppia e confermando la potenza massima di 217 cavalli grazie a una serie di interventi, all’aumento della cilindrata da 1.077 a 1.099 cc e a un nuovo impianto di scarico.

Sono due le versioni disponibili: RSV4 (ella sola colorazione Dark Losail e RSV4 Factory nelle due colorazioni Aprilia Black e Lava Red).

Open chat

Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Cliccando su ACCETTO, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie di terze parti. Per maggiori informazioni maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi