Moto guzzi i primi cento anni

I primi Cento anni di Moto Guzzi

Una rapida carrellata dei modelli più significativi dei primi cento anni della Casa di Mandello e una serie di articoli che riguardano moto, personaggi e piloti di Moto Guzzi

Esattamente 100 anni fa, era il 15 marzo del 1921, Carlo Guzzi e Giorgio Parodi fondarono a Genova la “Società Anonima Moto Guzzi” per “La fabbricazione e la vendita di motociclette e ogni altra attività attinente o collegata all’industria metalmeccanica”.

Come simbolo venne scelta l’aquila ad ali spiegate

, in memoria del compagno d’armi Giovanni Ravelli. I tre erano stati insieme nel Servizio Aereo della Regia Marina e lì avevano sviluppato l’idea di dedicarsi, a guerra finita, alla costruzione di moto di concezione innovativa. Ravelli morì nel 1919 durante un volo di prova e i due amici vollero ricordarlo col simbolo dell’arma aerea.

La fabbrica venne aperta a Mandello del Lario e il primo modello prodotto fu una monocilindrica di 498 cc con valvola d’aspirazione sopra lo scarico e volano esterno.
Quel motore a cilindro orizzontale costituì la base concettuale per i modelli di serie fino agli anni Sessanta.

Nel 1924 arrivò la prima monocilindrica 500 a quattro valvole e albero a camme in testa: fu la vincitrice del primo campionato europeo.

E proprio nelle competizioni la Moto Guzzi iniziò a dare il meglio di sé subito dopo, quando alle monocilindriche di serie affiancò moto da corsa meccanicamente sempre più raffinate. Dalla monocilindrica 250 alla bicilindrica a V di 120°, dalle due, tre e quattro cilindri sovralimentate, alla quattro cilindri in linea albero in testa per rivaleggiare con Gilera e MV Agusta. Fino alla straordinaria 500 V8 del 1955.

Moto guzzi v7 850 special

A oltre cinquant’anni dal lancio del primo esemplare, Moto Guzzi è orgogliosa di presentare una nuova e importante evoluzione nella storia della V7, simbolo riconosciuto della moto italiana nel mondo. Il rinnovamento è così profondo che scompare dal naming della moto la numerazione progressiva in numeri romani che aveva caratterizzato le varie evoluzione del modello dal suo ritorno sul mercato nel 2007, rimangono intatti carattere e autenticità, valori destinati a durare nel tempo che sono nel codice genetico di ogni Moto Guzzi.

MOTO GUZZI V85 TT MY 21

Si rinnovano le Guzzi V85TT e V85TT Travel: motore Euro 5 rinvigorito nella coppia e ora con cinque mappe motore. Ci sono ora i cerchi a raggi adatti alle gomme senza camera d’aria

A due anni dal suo debutto si rinnova la Moto Guzzi V85TT. L’enduro stradale di Mandello coglie l’occasione del passaggio alla normativa Euro 5 per introdurre alcune migliorie e per presentarsi con tre nuove vesti grafiche.

Confermato naturalmente il motore bicilindrico a V trasversale di 90° raffreddato ad aria, con distribuzione ad aste e bilancieri a due valvole per cilindro (aspirazione sono in titanio). Guzzi, senza darne però i valori, comunica una coppia più ricca ai bassi e medi regimi grazie alle nuove camme della distribuzione ad aste e bilancieri e all’adeguamento dell’elettronica di gestione del motore.

Due nuovi Riding Mode (Sport e Custom, quest’ultima personalizzabile) si affiancano ai tre già esistenti (Strada, Pioggia, Off-road) per la gestione del controllo di trazione, dell’ABS a due canali (non ancora cornering) e della risposta del comando del gas ride-by-wire.

Sono di serie il cruise control e la strumentazione TFT a colori. Tramite Moto Guzzi MIA, la piattaforma multimediale proprietaria presente come optional nel catalogo di accessori dedicato, si può collegare lo smartphone alla moto estendendo le funzioni della strumentazione.

Importanti, ai fini della sicurezza i nuovi i cerchi a raggi adatti ai pneumatici tubeless: insieme garantiscono un risparmio di peso di circa 1,5 kg, riducendo le masse non sospese con benefici sulla dinamica di guida.

Nuove infine le tre varianti grafiche in cui è disponibile V85 TT: Nero Etna, Giallo Mojave e Rosso Uluru.

V85TT Travel

La versione da viaggio V85 TT Travel ha ricevuto gli stessi aggiornamenti e si distingue nell’allestimento che comprende il parabrezza Touring, le valigie laterali della serie Urban, la coppia di faretti supplementari a LED e il set di manopole riscaldabili e regolabili, oltre alla piattaforma multimediale Moto Guzzi MIA.

Restano ancora da conoscere i prezzi e i tempi di arrivo nelle concessionarie

Concessionario moto Aprilia Barbaresco

Kawasaki, Aprilia e Moto Guzzi, moto nuove e usate a Barbaresco
Il salone Picco Moto di Saluzzo (Cuneo) è un concessionario con l’esclusiva nella provincia di Cuneo dei seguenti marchi: Kawasaki, Aprilia e Moto Guzzi, si occupa della vendita di moto con un ampio ventaglio di modelli di motocicli nuovi, usati e Km 0, le potrete visionare nel nostro show room.
Se sei alla ricerca della tua moto a Barbaresco, passa da noi a trovarci
Contattaci per maggiori informazioni su prezzi e disponibilità di modelli specifici. Il nostro personale tecnico d’officina è a tua disposizione per rispondere a qualunque tua esigenza.
La qualità del nostro usato è garantita dalla nostra officina che ricondiziona, con scrupolo, ogni mezzo prima di offrirlo al cliente.
Vieni a trovarci o chiamaci, saremmo felici di aiutarti a scegliere il meglio per te.
Disponiamo dei piani di finanziamento personalizzabili per l’acquisto della tua moto.
Picco Moto offre una qualificata assistenza tecnica per la manutenzione della vostra moto.
Si effettuano regolarmente il tagliando di manutenzione ed il controllo periodico di ogni componente della tua moto.
Prenota direttamente l’intervento di assistenza telefonando al 0175 240155
Vieni da Picco Moto a Saluzzo, per l’acquisto della tua moto nuova, usata o Km 0 Kawasaki, Aprilia e Moto Guzzi nella provincia di Cuneo.

Open chat

Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Cliccando su ACCETTO, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie di terze parti. Per maggiori informazioni maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi